venerdì 16 marzo 2012

Maledetta primavera

Settimana impegnativa. Nonostante Luca sia a casa in ferie/permessi vari da martedì.
Ci siamo dedicati ai bucati seriali, dal momento che la settimana precedente li avevamo trascurati quasi del tutto. Peccato che il nostro karma fosse già compromesso.
Infatti mercoledì sera, mentre Luca era fuori casa per suonare e provare per uno spettacolo, ho scoperto che Amelia ed Ettore avevano i pidocchi. Tanti. Nonostante li avessi controllati venerdì. E nonostante mia madre, nota fanatica della crociata antiparassiti, avesse controllato Ettore non più tardi di martedì pomeriggio.
Evidentemente o i pidocchi si manifestano improvvisamente o mia madre non ci vede più tanto bene, perché mercoledì Ettore era pieno.
Ovviamente mercoledì sera ho fatto la mia scoperta quando era troppo tardi per andare in farmacia. Ho provato con un impacco di aceto, giusto per non star lì a far niente.
Poi ieri siamo andati in farmacia (dove mi hanno informata che con la primavera i pidocchi si ringalluzziscono), abbiamo preso il prodotto e ci siamo dedicati a fare il trattamento su tutte le teste disponibili. Luca non poteva esserci, perché aveva l'appuntamento per donare il sangue (tanto lui non li ha presi, che culo), quindi ho fatto tutto da sola e mi son pure trovata i pidocchi, bleah!
Contemporaneamente ai trattamenti, abbiamo lavato (e asciugato) le lenzuola di 3 letti matrimoniali e 2 lettini (ebbene sì, nel weekend avevamo avuto ospiti), ho pulito ripetutamente lavandino e vasca con un prodotto alla candeggina, già che c'ero mi sono pure fatta un impacco all'henné e aceto.
Poi siamo andati tutti dal parrucchiere, intanto che la casa veniva disinfestata dalle bombolette autoeroganti (tossiche, ma efficaci). Ovviamente il parrucchiere era stato preavvertito (in realtà avevo fissato l'appuntamento prima dell'infestazione e volevo sapere se preferiva disdire) e anzi, mi ha ringraziato di essere stata corretta.
Oggi, per ripigliarmi e per far ripigliare mia madre dallo spavento, facciamo un giro in solitaria all'outlet di Serravalle. Domani vorremmo approfittare del sole per andare a Chiavari o Nervi. Domenica vedo le mie amiche per il primo incontro di un corso di cucito.
E poi pianifico gite, weekend, vacanze. Sarà la primavera.

12 commenti:

  1. tu lo sapevi che i pidocchi sulle "teste calde" non vivono?
    che come parassiti sono schizzinosi, preferiscono il pulito (contrariamente alle credenze) e non amano le temperature troppo elevate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti Luca, che suda parecchio in testa, non li ha presi :-)

      Elimina
  2. Dai, non pensarci più...
    Chiavari? Scommetto che andrete dal Luchin ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo fatto l'en plein: Luchin a pranzo e Vasilissa a cena :-)

      Elimina
  3. Dai, almeno è arrivata la primavera. Da queste parti gennaio-febbraio-marzo sono stati un'unica infilata di stanchezza invernale, e ho proprio voglia di mare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, è stata un po' una fregatura: c'era meno sole che da noi e un vento freddo. Infatti ieri Amelia aveva di nuovo la tosse :-(

      Elimina
  4. ops... sono contenta di non avere pidocchi all'orizzonte, per ora (tengo controllato), ma non di apprendere che sono così schizzinosi!!! Io sapevo solo che hanno una predilezione per il biondo... Comunque credo sia una bella fortuna disporre oggi di prodotti abbastanza comodi da usare ed efficaci ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti i miei figli sono biondi (inspiegabilmente, oltretutto). Adesso dobbiamo continuare il trattamento per 3 settimane, speriamo che non tornino!!!!

      Elimina
  5. Ciao, scusami se l'argomento è del tutto diverso, ma ricordo che tempo fa avevi scritto di un corso di trucco o qualcosa del genere che stavi frequentando. Ti chiedo se per cortesia puoi ricordarmi il nome dell'associazione (e/o del sito) che si occupa di questi corsi.
    Grazie mille
    M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi contattare la mia amica del blog Personalità multiple (vedi colonna a destra), è lei la mia maestra.

      Elimina
  6. solidarietà

    e buona primavera!

    RispondiElimina
  7. Aggiornamento: noi non abbiamo più niente ma continuiamo a fare il trattamento come previsto. Oggi una mamma arriva all'asilo disperata perché le sue figlie erano piene di pidocchi e lei non se n'è accorta fino a ieri, proprio come è successo a me. Su suggerimento di alcune amiche mamme, vedo se quali sono le regole per richiedere un'ispezione dell'ASL.

    RispondiElimina