giovedì 6 settembre 2012

Leggere è contagioso

Quando ho conosciuto Luca, leggeva poco e male: quasi solo saggi, per di più pesanti come macigni.
Non dico che leggere saggistica sia leggere male, ma mi pare evidente che i saggi, con rare e fortunate eccezioni, non possano dare lo stesso autentico godimento sensoriale di un romanzo. Un po' la stessa differenza che c'è tra un documentario medio e un film medio.
Standomi vicino, Luca si è incuriosito di tutta quella roba che mi teneva incollata per ore. E ha cominciato a leggere Harry Potter. Si è letto tutti i libri della serie.
Però la vera svolta è arrivata con la tessera della biblioteca. A parte che ha cominciato a ordinare libri per sé, e già questo ci ha fatto risparmiare un po' di soldi. E poi il mio entusiasmo l'ha intaccato a poco a poco.
Un anno fa, per esempio, le sue letture estive erano state Bartimeus e Buona Apocalisse a tutti!.
La svolta però penso ci sia stata quest'anno: gli ho passato Il dio dei sogni, Cose da salvare in caso di incendio, Il circo della notte, Il centenario, Olive comprese, i due libri di Calabresi, Romanzo rosa ed ora sta leggendo Educazione siberiana.
Ci tengo a precisare che Luca non ha letto questi libri "perché gliel'ho detto io": la costrizione non ha mai aiutato nessuno ad amare qualcosa. Luca ha letto questi libri perché ha visto che me li sono goduti, esattamente come al ristorante viene spinto ad assaggiare un piatto che a me sta piacendo.
Penso che questa sia l'unica, semplice via di contagio per la lettura

5 commenti:

  1. Hai ragionissima, peccato che Matteo sembri immune a questa malattia ahahah...! XD E vabbé dai, qualche difetto deve avercelo pure lui, sant' uomo... Ma hai letto anche tu Educazione Siberiana? E' un po' che mi ispira ma ancora non mi sono decisa a leggerlo, tu che ne pensi? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che sia il miglior "regalo interessato" che potresti fare a Matteo. A parte la vicenda, che è bella e raccontata da dio, c'è un intero capitolo dedicato alla figura del tatuatore nella comunità criminale siberiana, il significato dei tatuaggi, ecc. E poi vabbe', anche se è tutto un nominare signori e madonne, il sostrato pagano siberiano è presentissimo, per stessa ammissione dell'autore.
      Lo leggevo e pensavo a voi due :-)

      Elimina
  2. Ahahah grazie, allora glielo regalo sul serio...! :) Sarà un po' come la palla da bowling con su scritto Homer...! XD

    RispondiElimina
  3. Ecco ... con Ilario uguale! Leggeva solo libri di geologia o paleontologia. E ora sta finendo Bartimeus che io ho scoperto da te ... ridendo da sola leggendolo si vede che l'ho ispirato.
    Grazie delle dritte
    Giorgia dei Mostri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, diffondiamo il verbo di Bartimeus! :-)

      Elimina