giovedì 23 ottobre 2014

Di foglie e di vento



Ora dirò una cosa molto impopolare: nonostante io odi il freddo, soprattutto se ventoso, e nonostante io stia passando i miei giorni in ufficio a pregare perché un montone vivo mi cada sulle spalle e ci resti, a me questo tempo piace.
Perché il cielo è terso, si vedono le Alpi e gli Appennini.
Perché mi piace il rumore che fanno le foglie secche quando ci cammino sopra.
Perché stasera tornerò a casa e saranno accesi la stufa e il camino.
Perché bevo litri di tè bollente.
Perché lavorare a maglia sembra più "giusto" che in altre stagioni e climi.
Perché i gatti diventano coccolosi e ti si spalmano addosso per ore, scaldandoti.
Perché oggi ho potuto indossare per la prima volta un cappello che avevo completato sul finire dell'anno scorso, e che tiene caldo con la massima morbidezza.


4 commenti:

  1. oggi qua è stata una giornata MAGICA.
    Luce, colori netti e puliti e la meraviglia di vedere in contemporanea il mare, così blu come non lo si vedeva da tempo e le Alpi in lontananza.
    Niente stufa nè camino ma ho addosso una bella vestaglia.......bella no, ma insomma....non più canottiere per il caldo e l'umidità assurda di questo ottobre, con la nebbia e le piogge che hanno devastato la mia città e il dolore e la rabbia che mi hanno devastato dentro.
    Aria pulita, aria nuova. Fuori e dentro. Buon auspicio. Emanuela
    ps.....ed ho ripreso i ferri in mano, dopo mesi e mesi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva i ferri!
      Il tempo invoglia, vero? :-)

      Elimina
  2. perché i maglioni contro il freddo sono come un abbraccio,
    perché il cibo di autunno è come una magia che da allegria,
    perché l'aria pulita mi dà tanta energia,
    perché stare sotto il piumino a leggere mi fa sentire serena

    RispondiElimina