martedì 24 marzo 2009

And so the story goes

Era il 2000, mi ero mollata a un mese dal matrimonio e i miei compagni di master organizzarono una festa di Carnevale. Tema: Lucciole e lanterne. L'inizio della mia vera vita.
Pochi mesi dopo, iscrivendomi al forum di HTML.it, che ha risolto la vita a generazioni di lavoranti del web, mi trovo a dover scegliere un nickname. Ero a Genova, c'era appena stato il derby della Lanterna e tutti ne parlavano: ecco pronto un nick che mi sarei portata dietro per molti anni.
Poi arriva il 2003: i blog sono il fenomeno del momento ed io, da brava web content manager sempre attenta alle novità, me ne apro uno. Solito nick, titolo in tema. Peccato che la mia vita all'epoca fosse un po' difficile e incasinata, tra fine di un lavoro, inizio di un altro e inizio di un amore su cui non osavo scommettere: un pianto, cancellato dopo pochi mesi.
Credevo di aver archiviato il mio periodo blogger, e invece gli aneddoti della mia convivenza premevano per farsi raccontare. Apro Il Mignolo col Prof, che è più pronto alla battuta che alla riflessione.
Le battute continueranno ad esserci, là come qua. Ma da oggi voglio ammorbarvi anche con le mie riflessioni.
Benvenuti.

9 commenti:

  1. Le tue riflessioni si apprezzano moltissimo, qui o in qualsiasi altro posto... sei una persona intelligente e di grande spessore e scrivi in modo assolutamente non banale ,nella forma e nel contenuto... Continua ad ...ammorbarci con aneddoti e riflessioni : le aspettiamo !!
    Baci. Silvana ( Giusi sloggata )

    RispondiElimina
  2. :)
    bella donna, amorbaci amorbaci!
    ves

    RispondiElimina
  3. In bocca al lupo per il nuovo blog. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Io non vedo l'ora di leggerti!
    In bocca al lupo

    RispondiElimina
  5. benvenuta a te, nelle nostre letture

    RispondiElimina
  6. O bella!! Scopro oggi questo tuo nuovo angolo e mi dico: era ora!! Ti seguo infatti da un sacco di tempo, da prima della nascita di Amelia, per essere precisi, ed ho visto il tuo blog cambiare. Con l'arrivo di Ettore i tuoi scritti sono ulteriormente cambiati e francamente mi chiedevo come mai. Mi dicevo anche che con due bimbi piccoli lo spazio per la scrittura non doveva essere poi molto.

    Sono contenta che tu abbia deciso di darti all'ammorbamento perchè sei una persona interessante che di cose da dire ne ha parecchie.

    A rileggerti /graz

    RispondiElimina