lunedì 27 gennaio 2014

Pace, lana e musica


Vengo da un weekend davvero stupendo, anche se troppo breve.
Partiti sabato mattina, ci siamo goduti il tempo luminoso e sereno già in viaggio: niente preoccupazioni per la nebbia, un sole quasi fin troppo caldo.
Siamo arrivati a casa di Stefania, che gentilmente ci ha ospitati nella sua nuova casa, nonostante il trasloco recente. Nel pomeriggio ci siamo mossi verso Laives e il meraviglioso Geena's Own, un locale che invidio enormemente a chiunque possa raggiungerlo in meno di quattro ore.
Là ci attendeva Sybille, circondata dai suoi favolosi disegni. A proposito, se siete in zona o prevedete di andarci, la mostra chiude tra una decina di giorni, l'8 febbraio. Per favore visitatela per il vostro bene, è bellissima e il posto la ospita splendidamente.







Il giorno dopo, dopo una colazione da re, siamo andati al lago di Caldonazzo a goderci il sole e disturbare un po' di pennuti.







Per pranzo ci siamo riunite a Sonia in un ristorante che non ho fotografato perché obnubilata dalla fame, ma che meritava eccome.
Dopo un'incursione a casa di Comida, che ci aspettava con un'alzatina colma di chouquettes, ci siamo diretti al Café de la Paix, altro posto che invidio enormemente ai locali, in cui una volta al mese si svolge un altrettanto invidiabile Knit Café.
Tra ferri sempre in movimento, bambini di ogni età e centrifugati favolosi, abbiamo parlato di Sholeh Zard, letto qualche brano (il Patrono spopola sempre) e preso qualche deriva (Jasper Fforde mi deve una percentuale sulle vendite, per esempio).





Devo ringraziare Stefania e Sonia, per l'ospitalità e per l'organizzazione. E Sybille, favolosa artista con un cuore grande così, che mi ha regalato gli originali delle copertine di Sholeh Zard.
Un ultimo enorme grazie va a G., marito di Stefania, che si è prestato per tutto il tempo ai giochi con i miei bambini, come la migliore delle tate.
Ma quante belle persone si conoscono via blog?



12 commenti:

  1. Risposte
    1. Decisamente *_*
      L'unico dispiacere è non avere avuto neanche un briciolo di tempo per vedere il centro di Trento, che da un'occhiata superficiale merita assai.

      Elimina
  2. Bello sapervi tutti insieme :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è stato bello.
      Mi piacerebbe molto che la prossima blogamica che conosco di persona fossi tu :-)

      Elimina
  3. Grazie di aver affrontato il lungo viaggio ed essere stati qui con noi! <3
    Contiamo di rivedervi prima o poi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio! Ci siamo innamorati di voi e dei vostri posti, torneremo sicuramente.

      Elimina
  4. E' stato un piacere conoscervi tutti e 4, conoscere un po' più da vicino te e il tuo lavoro (anche se dovrei usare la parola al plurale!).

    MI ripeto, ma hai due figli splendidi e molto, molto educati.
    Tornate presto e grazie ancora di tutte le bontà e delle belle belle conversazioni che abbiamo fatto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te!
      Di persona hai confermato quello che traspira dal tuo blog: che sei una persona speciale e hai una famiglia meravigliosa.
      Spero che ci siano presto nuove occasioni!

      Elimina
  5. Un gran bel weekend che mi ha dato una sferzata di energia in un periodo un po' moscio!
    Grazie per essere stati i primi ospiti del nostro soppalco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per averci ospitati :-)

      Elimina
  6. che meraviglia !
    è in queste occasioni che irmpiango di abitare in questo buco del mondo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta aspetta, verrà anche il tuo turno :-)

      Elimina