sabato 7 giugno 2014

Un giorno fortunato



Venerdì ho deciso di prendere ferie: Ettore faceva la festa di fine anno alle 9.30 e questo mi avrebbe comunque spezzato la mattinata.
Si sa: non mi vanno proprio a genio queste recite noiosissime, ma stavolta c'era qualcosa in più: Ettore era tra i remigini, si sarebbe "laureato".



Mi sono persino commossa quando ho ringraziato le maestre. Le sue meravigliose maestre: vorrei che per tutta la vita incontrasse insegnanti come loro.
Dopo la mattina da mammamamma, ho dedicato un pomeriggio a me stessa: sono andata a Genova all'inaugurazione della sede di Fili Trame e Colori.


All'inizio ero un po' in dubbio se andarci, dal momento che ero da sola. Poi però ho vinto la pigrizia e mi sono organizzata per lasciare i bambini a mia madre e prendere il treno.
Lì ho ritrovato le mie amiche e conosciuto una persona davvero notevole, Luca Costigliolo. L'avevo conosciuto il giorno prima tramite Facebook, per via di un'amicizia comune, ed ero davvero curiosa di conoscere questo filatore.






Parlandoci, ho scoperto che è molto di più: storico del costume e costumista, rievocatore fino all'ossessione, interessato a tutte le tecniche tessili di ogni epoca.
Una persona da conoscere, fosse anche solo per l'enorme passione che ci mette (per non parlare della maestria).
Dal momento che io mi sto pian piano interessando di filatura e lui di tintura, ci siamo accordati per uno scambio di nozioni.
Sono tornata a casa con una gran voglia di tingere, filare e lavorare con le mani, scoprendo le potenzialità e le tecniche che ci sono dietro agli strumenti antichi trovati nella casa di Andezeno.



Non so se sia collegato, ma in questi due giorni ho scritto moltissimo.
La creatività genera altra creatività.

7 commenti:

  1. Ma che tipo questo Luca (oh tu sempre con gli stessi nomi caschi eh?)!

    Per il resto congratulazioni ad Ettore, e sono particolarmente d'accordo con l'ultima frase del post :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che i Luca, per quanto diffusi, non sono mai comuni ;-)

      Elimina
  2. Che bello Ettore! :)

    RispondiElimina
  3. che belle tutte quelle mani che lavorano !
    e anche Ettore è uno straordinario laureato !
    immagino che tu abbia già messo mano ai tuoi progetti, dunque mi aspetto foto di tinture e filature !

    io non so com'è ma in questo periodo ho rimesso mano ai colori...dev'essere una questione di meteo !

    baci e abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ma quante volte ho scritto "mano" ?!!

      prima o poi imparerò a rileggere !!

      Elimina
    2. Effettivamente sabato ho tinto una matassa con l'iperico ed ora sto aspettando che i malli di noce fermentino per bene. Ho anche una mezza idea di usarli con la ruggine, in modo da fare il nero.
      Il mio Hitofude, invece, subirà un ritardo: mi ha contattata per un test la designer per cui ho lavorato in febbraio, oggi vado a comprare il filato :-)

      PS: non parliamo poi di quello che c'è da mettere a posto in giardino e che porteremo avanti nel weekend (se non piove, come prevedono).

      Elimina