domenica 20 gennaio 2013

Keep calm and make tea

Negli ultimi anni, il tè (inteso come tè propriamente detto e/o tisane varie) è passato da "bevanda piacevole" a "indispensabile complemento di ogni momento della mia giornata".
Questa trasformazione è avvenuta grazie a due fattori. Uno, ho scoperto tè molto buoni, tramite Internet (Acilia e Kusmi, per dire) e di persona (a Pavia e all'Artigiano in Fiera). Due, ho imparato a berli senza zuccherarli.
In ufficio ho meno tè e più tisane (per esempio, mi piace molto una tisana della Sonnentor), e li uso anche per scaldarmi nel mio ufficio polare.
Il tè mi coccola, mi riscalda. È un conforto nei momenti difficili ma anche un complemento perfetto per i momenti piacevoli. E poi l'immaginario che gli gira intorno è visivamente godurioso: se provate a cercare "afternoon tea" su Pinterest, vi usciranno immagini di tavole imbandite con servizi splendidi, alzatine colme di dolci e stuzzichini, decori floreali.
Ultimamente, poi, il tè è l'accompagnamento ideale per l'attività che mi sta appassionando in queste settimane, la maglia.
Diciamocelo: la morbidezza e il calore della lana sono l'equivalente tattile di una tazza di tè. Se poi in sottofondo ci sono una buona musica o, meglio ancora, tante chiacchiere, il piacere è veramente completo.
Ecco perché ho approvato incondizionatamente il neologismo Tricotthè, sfornato da Euforilla. Ed ecco perché, con la bava alla bocca, convoco a gran voce chi fosse in zona: quando organizziamo? Dai dai, fate contenta una povera maniaca!

14 commenti:

  1. Ahahah! Ma guarda un po', uno dice una cazzata così in amicizia e questa prende dimensioni fuori dal mio controllo... ops, ho detto mio? e prima uno?

    Vabbeh, contami per il tricotthè, assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dammi qualche idea di data e ora. Per me qualsiasi sera va bene (tranne giovedì) e nel weekend sono libera solo domenica.

      Elimina
  2. leggere questo post è un po' come guardarmi allo specchio!
    nel magico mondo del tè mi ci ha portata mia figlia e non passa giorno senza la condivisione di un momento tutto nostro, in cui ci piazziamo in dispensa davanti allo scaffale degli infusi per scegliere quello adatto alla giornata e all'umore.
    sappi che non ne uscirai più...nè dalla maglia nè dal tè !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello un momento di condivisione con tua figlia!
      Con Amelia a me succede per la danza, ma, come puoi immaginare, non è così spontaneo e frequente come prendersi il tè delle cinque :-)

      Elimina
  3. Mi piace il te ma non e' un rituale... Magari se viene un'amica ce lo si fa volentieri, come una tisana pre nanna quando si mangia troppo, ma non e' il mio rito preferito... Comunque lo apprezzo per la compagnia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se facciamo il tricotthè tranquilla, possiamo anche prevedere una cioccolata :-)

      Elimina
  4. Ma io non faccio nemmeno a maglia... Pero' un sabato in compagnia ci sta, anzi... Tu non hai visto la casettea :-) quando ti aspetto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sabato sono un po' incasinata e il prossimo sono a Roma. Però sono libera tutti gli altri giorni, dimmi tu :-)

      Elimina
  5. E' per questo che amo il mio lavoro: vivere tra erbe, thè e tisane è stupendo. Quando apro i nostri barattoli e annuso forte, il mondo prende un'altro aspetto, per quanto mi possano girare le palle tutto si smorza. Una forma alternativa di fitoterapia :) Portati i ferri che lo organizziamo da me il tricotthè... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu le piante le usi in infuso o in decotto? Io le sniffo. LOL!!!!

      Elimina
  6. Non mi faccio mai i cavoli miei e mi sono andata a leggere gli ingredienti della tisana "Affari di cuore"... mi lascia un po' perplessa l'accoppiamento melissa (rilassante a 360° e digestiva, che io consiglio molto per gli stati ansiosi) e mate (stimolante del snc e contenente caffeina). Le vedo un po' in contrasto... Ma che effetto fa? Fose dà un risultato simile ai prodotti "venduti" dai pusher qua al Pigneto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non fa nessun effetto, mi piace solo il sapore :-)

      Elimina
  7. A Lione ho assaggiato un te alla castagna buonissimo!! Non lo vendevano e adesso mi sono intestardita che devo assolutamente trovarlo. Se ti capita, provalo e dimmi!
    Tè come relax, ma anche come fissa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tè alla castagna? Sarebbe interessante capire se c'erano dentro le castagne secche o le foglie di castagno.
      Io invece in fiera a Milano ho comprato un tè pere e zafferano buonissimo (lo porto alla presentazione, perché sta da dio con le mandorle). Ho chiesto di darmi un biglietto da visita, ché magari gli facevo qualche ordine durante l'anno. 'Sti furboni non me l'hanno dato, col fatto che tanto non vendono per corrispondenza. E così, se non tornano alla fiera dell'anno prossimo, io non so come ritrovare quel tè (e gli altri presi lì, anche loro fantastici).

      Elimina